Dai ragazzi un film per riflettere.

Dai ragazzi un film per riflettere.

Oggi voglio portare alla vostra attenzione un progetto, che ritengo essere degno di nota. Un gruppo di giovani mette in scena la violenza sessuale, lo stupro, insieme ad un regista realizzano un film che ha bisogno di tutto il nostro sostegno per essere promosso nelle sale e per portare ancora una volta l’attenzione delle masse su un crimine indegno, spesso nascosto dal silenzio della vergogna delle vittime,e per questo ancora più miserabile. Spero che vogliate aiutarmi a promuoverlo attraverso il passaparola.

BlackOut: un cast giovanissimo per un film sulla violenza sessuale di gruppo

una tragedia dalle radici antiche, guardando ad un futuro possibile

un click per portare il film nelle nostre sale

E’ mezzanotte e mezza.
La strada è buia.
Solo la flebile luce di un cellulare.
Una mano violenta le afferra il braccio.
Un laccio le lega le mani.
Una striscia di scotch sulla bocca.
Pochi eterni secondi nell’impossibilità di reagire.

Questa è la storia di Elettra. Una ragazza di 16 anni che la notte di Halloween si trova ad affrontare il peggior sfregio che si possa subire. Ad aiutarla l’amica Francesca che come lei non sa come affrontare la situazione. Francesca si rende subito conto che l’amica è stata ferita al corpo e alla mente, tanto che Elettra non trova la forza di denunciare e, convinta di essere in torto, preferisce il silenzio. Francesca non demorde e coinvolge Giacomo, fratello di Elettra, ed alcuni amici nella folle caccia agli aguzzini.
Una storia travolgente tra sospetti, indizi e false piste all’interno del dramma, che terminerà grazie all’aiuto di Giuseppe, un giovane poliziotto, che arresterà i colpevoli.

BlackOut: un film indipendente sul drammatico tema della violenza di gruppo realizzato con un gruppo di giovanissimi autori ed interpreti fra i 16 e i 17 anni che hanno raccontato una storia reale per esorcizzarne la tragica fine e guardare ad un futuro possibile. Concluse le riprese, si stanno definendo gli accordi con la distribuzione e il numero delle sale. Tutti dati che saranno decisi in base all’interesse del pubblico al film: basta un click sul trailer per dare un segno e portare questo progetto e il suo sogno in quante più sale italiane.

Basato su una storia vera, BlackOut nasce dalle energie di Sole e Luna Production, una giovanissima casa di produzione indipendente; e di Movie’s Geyser, un’Associazione Culturale da anni impegnata nella realizzazione di prodotti audiovisivi e nel supporto a realtà giovanili disagiate. Sul filo del racconto di un episodio di violenza sessuale ai danni di una ragazza di 16 anni, dei silenzi e del disagio che ne nasce e della ribellione coraggiosa di un gruppo di amici della vittima, BlackOut affronta un dramma sempre attuale di cui troppo poco si parla, mettendone in luce le radici culturali e antropologiche. Ma soprattutto gettando un faro su una possibile via d’uscita.
Autori della sceneggiatura un gruppo di ragazzi coinvolti da Movie’s Geyser in un progetto triennale sull’audiovisivo e sulla formazione ai mestieri del cinema. Alla regia che con costanza, coraggio e creatività, ha condotto questo gruppo di giovanissimi esordienti lungo un copione drammatico, Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato. Il complesso montaggio è della stessa Lorenzato.

Fonte: Ufficio Stampa Studio alfa

tel. e fax 06. 8183579, e- mail: ufficiostampa@alfaprom.com
responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell, 333. 4915100
SOSTIENI BLACKOUT… CLICCA “MI PIACE” SU http://www.facebook.com/blackoutilfilm

Dott.ssa Leoni
Maria Leoni è una Dottoressa Psicologa e Psicoterapeuta specializzata in Psicotearpia (individuale e di coppia, adolescenti e sostegno alla genitorialità), Dipendenze, Sessuologia, Ipnosi Eriksoniana e Terapia EMDR.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*