Ludopatia: i fattori di rischio

Ludopatia: i fattori di rischio

La causa della ludopatia al momento non è nota. Come gran parte delle malattie psichiatriche anche il disturbo legato al gioco d’azzardo è legato a fattori biologici, ambientali e genetici.

Tuttavia, si possono individuare alcuni fattori di rischio:

–          la presenza di altre patologie o disturbi psichiatrici

–          l’età compresa tra i 20 e i 45 anni

–          l’assunzione di farmaci (dopamino-agonisti)

–          l’appartenenza al genere maschile. Le donne sono meno attratte dal gioco d’azzardo.

–          la scarsa consapevolezza delle dinamiche matematiche e statistiche.

–          l’esposizione a un’elevata offerta di possibilità di gioco

Segnali come le bugie, il cambiamento di abitudini, l’irritabilità, la perdita di relazioni anche importanti, una sempre maggiore esigenza di denaro, possono essere il segnale di una ludopatia.

Nel caso la famiglia abbia sospetti a riguardo, è consigliabile parlare con uno specialista e affrontare la problematica quanto prima.

I familiari possono essere guidati attraverso il percorso migliore per aiutare la persona cara.

#ludopatia #famiglia #aiuto #allarme #gioco #azzardo

 

Dott.ssa Leoni
Maria Leoni è una Dottoressa Psicologa e Psicoterapeuta specializzata in Psicoterapia (individuale e di coppia, adolescenti e sostegno alla genitorialità), Dipendenze, Sessuologia, Ipnosi Eriksoniana e Terapia EMDR.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*