Stalking: un reato troppo spesso sottovalutato.

Stalking: un reato troppo spesso sottovalutato.

Cercando in internet ho trovato questo video pubblicato un pò di tempo fa da  AIPC – Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia Sede centrale via Baglivi, 6 00161 Roma +3906.4424.6573* * (attivo dal lunedì al venerdì, ore 10.00/19.00) In collaborazione con il Co.I.S.P. Sindacato Indipendente di Polizia, e viste le notizie di cronaca degli ultimi mesi, ho pensato sia il caso di diffondere.

Nel mio lavoro di psicologa e di psicoterapeuta mi trovo a contattato con diverse forme di sofferenza. Una tra queste è quella delle vittime di stalking, un reato sancito dal codice penale dal 25 febbraio 2009, che mette la vittima in uno stato d’ansia e di paura costante e totalizzante.

La legislatura lo definisce:

«Art. 612-bis (Atti persecutori). – Salvo che il fatto costituisca più grave reato, e punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l’incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita. La pena e aumentata se il fatto è commesso dal coniuge legalmente separato o divorziato o da persona che sia stata legata da relazione affettiva alla persona offesa. La pena e aumentata fino alla metà se il fatto e commesso a danno di un minore, di una donna in stato di gravidanza o di una persona con disabilità di cui allarticolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero con armi o da persona travisata. Il delitto e punito a querela della persona offesa. Il termine per la proposizione della querela e di sei mesi. Si procede tuttavia d’ufficio se il fatto e commesso nei confronti di un minore o di una persona con disabilità di cui allarticolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, nonchè quando il fatto e connesso con altro delitto per il quale si deve procedere d’ufficio.».

Se siete o conoscete qualcuno che si trova in questa situazione incoraggiatelo a cercare aiuto.

Lo stalker può essere fermato!

Dott.ssa Leoni
Maria Leoni è una Dottoressa Psicologa e Psicoterapeuta specializzata in Psicotearpia (individuale e di coppia, adolescenti e sostegno alla genitorialità), Dipendenze, Sessuologia, Ipnosi Eriksoniana e Terapia EMDR.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*